davide groppi

luce indipendente

CRACCO IN GALLERIA

25 luglio 2018

 

Il nuovo Ristorante di Carlo Cracco, in Galleria Vittorio Emanuele, è un omaggio a Milano, crocevia di suggestioni, tra cibo e arte.
E’ un luogo classico e moderno nello stesso tempo.

Una boiserie grigio azzurra introduce alle tre sale e ai due privé del Ristorante al primo piano, ambienti che oggi ritrovano ed esprimono tutto il loro valore nascosto.

All’interno del Ristorante, il Fumoir messo in risalto da pareti rivestite da un filato metallico verde muschio.
La cantina è ricca e particolarmente attraente, allestita al piano interrato dentro vetrine in legno d’abete e circondate da pareti rosso lacca.
E poi il Bistrot, al piano terra, luogo d’incontro e rievocazione storica.

Abbiamo utilizzato la luce in modo foto-grafico, abbiamo usato la luce per scrivere una storia.
La luce è moderna, modernissima in una veste classica, classicissima.
Luce sui tavoli, luce sulle soglie, luce sui percorsi.
I corpi illuminanti sono rarefatti, nascosti, remoti, salvo le lampade a batteria sui tavoli e i paralumi in seta alle pareti.
Tutto è pensato con equilibrio, dosando la luce diretta e la luce diffusa.
E’ la luce degli incontri, delle conversazioni, dei silenzi e degli sguardi.

Chef: Carlo Cracco
Progetto: Studio Peregalli – Roberto Peregalli, Laura Sartori Rimini
Luce: Davide Groppi – Davide Groppi, Giulio Barani, Filippo Palumbo, Laura Bani